I nuovi obblighi del preposto alla sicurezza nei luoghi di lavoro

Negli anni è apparsa sempre più evidente la trasformazione del ruolo del "preposto": accanto alle storiche responsabilità in materia di sicurezza sono venute ad aggiungersi anche le responsabilità sociali. 

Il D. Lgs. n° 81/2008 definisce oggi il preposto viene come <<persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa>>.


Lo stesso decreto prevede a carico del preposto alcuni obblighi di seguito riportati:


Art. 19 del D. Lgs. n° 81/2008 – Obblighi del Preposto

 In riferimento alle attività indicate all'articolo 3, i preposti, secondo le loro attribuzioni e competenze, devono:

  1. sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione e, in caso di persistenza della inosservanza, informare i loro superiori diretti;
  2. verificare affinché soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni accedano alle zone che li espongono ad un rischio grave e specifico;
  3. richiedere l'osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa;
  4. informare il più presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prese o da prendere in materia di protezione;
  5. astenersi, salvo eccezioni debitamente motivate, dal richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato;
  6. segnalare tempestivamente al datore di lavoro o al dirigente sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali venga a conoscenza sulla base della formazione ricevuta;

 7.frequentare appositi corsi di formazione secondo quanto previsto dall'articolo 37.


Un "preposto" (caporeparto o caposquadra) per essere considerato tale ai fini della sicurezza, necessita di una collocazione funzionale adeguata ed istruzioni tali da individuare con chiarezza le mansioni da svolgere e i relativi poteri attribuitigli. Tutto ciò è diretta conseguenza delle specifiche richieste contenute nel D. Lgs. n° 81/2008 che, all'art. 28 comma 2, richiede oltre l'individuazione delle procedure per l'attuazione delle misure preventive e protettive, anche l'individuazione dei soggetti incaricati dell'attuazione delle stesse.


Chiariti gli ambiti gli obblighi e gli ambiti di responsabilità dei preposti, è opportuno analizzare il comportamento del preposto: il preposto, per interpretare correttamente il proprio ruolo, deve soddisfare le esigenze e le aspettative provenienti da una gamma di "clienti" interni ed esterni. Fin qui nulla di anormale se queste pressioni fossero sempre orientate nella stessa direzione. Purtroppo, però, non è assolutamente così.

Infatti, per quanto riguarda la sicurezza e la tutela della salute, un caporeparto è sottoposto a pressanti richieste provenienti, ad esempio, dal direttore di stabilimento ed inerenti il mantenimento delle condizioni di sicurezza sia per le macchine, le attrezzature e gli impianti sia per il comportamento degli addetti (rispetto procedure di lavoro, uso dei dispositivi di protezione, ecc.). Il personale posto sotto il suo diretto controllo, invece, gli invia continuamente messaggi, non sempre verbali, diretti a sensibilizzarlo verso una maggiore attenzione alla loro integrità psicofisica. Contemporaneamente riceve sollecitazioni dal proprio superiore affinché raggiunga gli obiettivi produttivi fissati.

Anche dall'esterno un caporeparto riceve delle altre pressioni; queste derivano sia dalle responsabilità sociali che il ruolo gli affida sia dalle responsabilità che le leggi e le norme in genere gli attribuiscono.


Il ruolo del preposto si trova oggi ampliato, il preposto non può più limitarsi al mero adempimento degli obblighi che la normativa vigente in materia di sicurezza e tutela della salute pone a suo carico ma deve indirizzarsi, oltre al miglioramento del livello quali-quantitativo della comunicazione con gli altri ruoli presenti nell'organizzazione aziendale, verso un'attività di "coaching" del personale posto sotto il suo diretto controllo che si deve tradurre, riguardo la prevenzione e protezione dai rischi, in un'azione di:

- informazione, addestramento, formazione e sensibilizzazione degli addetti,

- motivazione degli addetti al fine di favorire l'adozione e lo sviluppo di "comportamenti sicuri".


Le normative di legge sempre più attente e severe per quanto attiene la formazione sia teorica che pratica degli operatori, hanno portato la F. BISOL, da sempre attenta ai problemi connessi all'aggiornamento professionale e alla sicurezza, a partecipare attivamente alla FORMAZIONE professionale con una serie completa di corsi organizzati periodicamente nelle nostre sedi in collaborazione con i piu' importanti enti di formazione nazionali riconosciuti dal Ministero del Lavoro. 

Tutti i corsi sono conformi al D.Lgs. 81/2008. e accordo conferenza Stato Regioni del 22 / 02 / 2012


Per maggiori informazioni consulta il calendario completo dei nuovi corsi di formazione 2017.


ulteriori approfondimenti sulle normative in merito la sicurezza nei cantieri : clicca qui


Fonte: www.puntosicuro.it



Contattaci per avere tutte le informazioni o per richiedere un preventivo!

Tel. 0438 842493 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.






Forse potrebbero interessarti anche questi articoli